lunedì 16 gennaio 2017

Atheling: un nuovo tassello

La stessa nostra storia è eterna, Jason, più vecchia della Bibbia, più antica dell'epopea di Gilgamesh. Voi, gli Atheling, così come molte famiglie prima di voi, l'avete nel vostro sangue. E noi saremo sempre lì, saremo negli angoli più nascosti della vostra mente, recitando le parti che ci furono assegnate, gli Antichi, Camilla, Cassilda, lo Straniero, la Maschera Pallida e, naturalmente, il Re in Giallo. [...] La mia stirpe esiste da secoli; e da secoli è sopravvissuta. Una volta ero esattamente come te, Jason, un comune essere umano, ma poi li ho incontrati, sono morto e sono risorto in Hastur."
Molto tempo è trascorso da quando lo speciale sugli Yellow Mythos ha fatto la sua apparizione su questo blog. Chi già allora mi seguiva, probabilmente si è dimenticato molte cose (io stesso sono dovuto andarmi a rileggere alcuni passaggi); chi invece si è unito a questo blog solo di recente si starà chiedendo di cosa accidenti si stia parlando. A questi ultimi posso consigliare di entrare dalla porta principale, iniziando dalla pagina statica dedicata. A chi invece già c'era credo possa bastare un piccolo riassunto delle puntate precedenti.
Nel tentativo di far combaciare tra loro tutti i pezzi del grande puzzle che possiamo riassumere con il nome di "Dinastia di Carcosa" (qui e qui), eravamo giunti alla probabile definizione dei rapporti di parentela fra i principali protagonisti dell'universo chambersiano.

martedì 10 gennaio 2017

MMXVII, Overture

Cari amici vicini e lontani, buon anno! Mi riaffaccio nella blogosfera quando ormai gennaio è a metà del suo corso o quasi, come del resto è mia abitudine. Non posso dire di essermi riposato molto durante queste feste, ma ora che Natale è passato e siamo nell’anno nuovo ho l’illusoria sensazione che l’inverno stia anch’esso per finire e che con esso le prospettive della mia vita si passano colorare dei colori della primavera. Ma torniamo a noi, perché è tempo di bilanci e buoni propositi, anche se all’acqua di rose. Più che classifiche ed elenchi, aspettatevi qualche pensiero sparso sul mio 2016 e sul mio 2017.

venerdì 23 dicembre 2016

It's Christmas!

Mi perdonerà il compianto Gene Wilder se ho voluto usare la sua immagine e parafrasare una delle battute più celebri (It's alive!) del suo film più geniale. Ma d'altra parte, sebbene si stiano approssimando giorni che ci vorrebbero felici e sereni, come non concedere un piccolo pensiero a chi in questo anno funesto ci ha lasciato. Questo duemilasedici ci ha portato via tanti di quei miti che non oso nemmeno tentare un riassunto, certo come sono di dimenticarne a decine. Ma non è tempo per le lacrime, oggi è il giorno dei saluti e degli auguri. Oggi è il giorno in cui il blog, come di consueto, abbandona i lettori alle loro gozzoviglie e si infila nella sua solita tana nella quale trascorrerà una quindicina di giorni (anche venti, via) di letargo assoluto.
D'altra parte qui si è sempre sposata la politica dello slow-blogging, e non c'è niente di meglio di una sana festa comandata per mettere in naftalina questa piccola attività.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...